Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e I.Ri.Fo.R. onlus

Sei qui:
La Sezione UICI di Torino nasce nel 1925, mentre quella dell'I.Ri.Fo.R. prende vita nel 1994. Obiettivo primario dell’UICI è l’integrazione dei non vedenti ed ipovedenti in tutte le componenti del contesto sociale rivolgendo particolare attenzione alla prevenzione della cecità, al recupero del residuo visivo ed all’educazione e riabilitazione per lo sviluppo delle autonomie. Infatti ciò che da sempre ispira ed orienta l'agire dell'UICI, e in particolare della sezione torinese, poggia sulla ferma convinzione che il raggiungimento della massima autonomia costituisca un diritto fondamentale di tutti i ciechi e gli ipovedenti, e che sia suo compito precipuo e irrinunciabile favorirlo e sostenerlo con tutti i mezzi.
La Regione Piemonte con la Legge Regionale n. 37 del 7 aprile 2000 attribuisce all’UICI "l’esercizio della rappresentanza e tutela degli interessi morali ed economici dei non vedenti" valorizzando il ruolo dell’associazione presso le amministrazioni regionali e locali, nonché presso altri organismi operanti sul territorio.

Francesco Fratta, già insegnante di filosofia, cieco civile, è componente della Direzione Nazionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e coordinatore per conto della stessa della commissione nazionale beni culturali e servizi librari.
Da decenni, a partire dal primo percorso tattile realizzato al Museo Egizio di Torino nel 1985, si dedica alla difesa dei diritti dei disabili, in primis per l’accesso ai beni culturali, dai prodotti editoriali, ai musei, ai siti d’interesse storico, naturalistico, artistico e agli eventi. Ha curato mostre e percorsi tattili, contribuito alla realizzazione della versione elettronica di manuali scolastici, è intervenuto in vari convegni e corsi di formazione, cooperando con Politecnico, Università di Torino e Cà Foscari di Venezia, Regione Piemonte e numerose istituzioni museali tra le quali il Castello di Rivoli, Palazzo Madama, il Parco Arte Vivente e la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, con e presso le quali negli ultimi anni ha partecipato a diversi workshop e seminari di approfondimento.
Quale membro del “Tavolo per la Cultura Accessibile”, ha collaborato alla stesura nel 2012 dell’omonimo Manifesto.

unione_italiana_cechi_ipovedenti_logo2logo-irifor
Francesco Fratta
Responsabile per il Settore Cultura
arfatt2@libero.it
http://www.uictorino.it/

Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti,
sezione di Torino
C.so Vittorio Emanuele II 63
10127, Torino